Viterbo e le sue terme - le sorgenti termali delle Piscine Carletti



Pubblicato il 8 apr 2016


nate nella prima metà del secolo scorso per immergere la canapa, di cui Viterbo era uno dei più importanti produttori nazionali, dopo l'abbandono della cultura della lavorazione della canapa si sono trasformate in piscine termali dove i viterbesi passavano i finesettimana, tra bagni e merende. 

Nel tempo questo sito è via via diventato famoso fuori dai confini comunali con un crescente numero di frequentatori. Ma questo successo ne ha di fatto decretato la fine, perchè è arrivata la sporcizia ed il degrado, nella completa assenza dell'amministrazione comunale, che negli anni ha di fatto impedito anche agli stessi proprietari del fondo di prendere provvedimenti a tutela del sito. 

Dopo la donazione fatta anni fa dai proprietari del fondo al Comune di Viterbo, di fatto nulla è cambiato, se non in peggio. 

Una grande risorsa del territorio viterbese lasciata abbandonata al degrado ed alla mercè dei lanzichenecchi di oggi, che come quelli che neli '500 distrussero tutto il patrimonio termale lasciato qui dagli antichi romani, tutto distruggono e lordano.